BENVENUTI

BENVENUTI
GIUSY blogger in tutti i sensi! Sposata con Filippo da 18 anni e mamma di Gloria da 10 sono un ex consulente informatica assicurativa. Dopo tanto girovagare ho messo le radici nella mia meravigliosa Puglia ed ho deciso di condividere con voi le tante passioni con tutti i SENSI! Grazie per la visita

WELCOME

Se hai un'azienda o un sito e desideri farmi conoscere i tuoi prodotti in modo da poterli recensire, contattami qui: foodandfashion2012@gmail.com
*** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** *** ***
If you are a company or website that would like me to test/review some of your products feel free to contact me at foodandfashion2012@gmail.com

venerdì 17 maggio 2013

MENU'

Buon Venerdi'!
Oggi anticipo i miei suggerimenti culinari visto che questo week end parto per il mare!
Ed allora qualche piatto veloce e sfizioso per voi




e prima di illustrarvi i piatti volevo parlarvi di un progetto al quale ho partecipato in qualità di blogger con molte altre "colleghe" rispondendo ad un questionario su un alimento a cui io non rinuncio
il burro!
Io trovo questo ingrediente molto genuino, per nulla "cattivo" come spesso si sostiene ed un passepartout in cucina! Ed ecco il risultato del sondaggio:


MAI PIÙ SENZA BURRO. 6 FOOD BLOGGER SU 10 LO ELEGGONO ALLEATO INDISPENSABILE PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE

Un ricordo del passato la divisione tra sostenitori dell’olio extravergine a sud e fan del burro al nord: per l’87% è fondamentale per la buona riuscita di un piatto

Milano, 8 maggio 2013. Una materia prima sempre più irrinunciabile, capace di mettere d’accordo il gusto del nord e del sud. Il burro conquista il ruolo di protagonista indiscusso nelle cucine italiane: indispensabile ovviamente nella preparazione dei dolci, ma sempre più utilizzato anche nella realizzazione di salse, appetizer e in cotture più o meno complesse della cucina tradizionale italiana e internazionale. Non solo: cresce anche la voglia di saperne di più sulle sue caratteristiche e sulle sue possibilità di utilizzo.

È quanto emerge dallo studio realizzato da Brazzale su oltre 100 food blogger italiane, intervistate per sondare la reputazione del burro proprio tra chi fa della cucina e del food una passione e un territorio di sperimentazione e condivisione crescente.

Innanzitutto l’importanza del burro per una corretta alimentazione: ne è convinto il 65% delle food blogger intervistate. Percentuale analoga a quella di coloro che ritengono si tratti di un alimento consigliabile nella dieta dei bambini (60%) e in quella degli anziani (56%).

Il burro viene utilizzato “abitualmente” ormai dal 45% delle intervistate, in pratica una su due,  oltre a quelle che lo utilizzano solo per i dolci (22%), e solo per piatti cosiddetti “particolari” (15%). Percentuali indicative di come la “spaccatura” in due del Paese, tra sostenitori del burro al nord e dell’olio extravergine a sud, sia ormai un ricordo del passato. A credere nell‘importanza del burro per la buona riuscita di un piatto è oggi ben l’87% del campione, proprio a confermare la generale crescita di consapevolezza nella scelta di questo ingrediente.

Quali sono i criteri per cui si sceglie oggi un burro piuttosto che un altro? Il 37% delle intervistate afferma di scegliere solo burro realizzato con tecniche artigianali, il 20% solo quello di grandi marche, il 15% opta per il burro light o a basso contenuto di colesterolo, il 7% si affida al burro delle private label, mentre le fan del burro chiarificato sono il 5%.

Altro dato che appare evidente dallo studio di Brazzale è la richiesta crescente di informazioni sulle proprietà nutrizionali del burro. Ben il 67% delle intervistate ritiene di non essere adeguatamente informata sulle proprietà nutrizionali del burro.

Ma quali sono i 5 piatti fondamentali per i quali scegliere un burro di qualità? Ecco il parere delle food blogger italiane:
  1. il classico dei classici della merenda (e della colazione), di grandi e bambini: pane, burro e marmellata. Indispensabile ovviamente che anche gli altri due ingredienti siano all’altezza.
  2. Il primo piatto più semplice e rapido e, allo stesso tempo, il più sottovalutato di sempre: la pasta al burro e salvia, anche nella variante con pasta ripiena. Oltre a un burro di grande qualità, indispensabile anche un formaggio grattugiato ben invecchiato.
  3. L’uovo al tegamino. Da friggere, come tutti sanno, rigorosamente nel burro che deve diventar color nocciola. Molti grandi chef hanno la loro ricetta capace di trasformare l’uovo fritto in un piatto gourmet.
  4. La cotoletta alla milanese. Nessun bisogno di commenti. Meglio se il burro viene sottoposto prima al procedimento cosiddetto di chiarificazione.
  5. La besciamella. Simbolo di tutte le salse internazionali. Indispensabile in ogni teglia di lasagne che si rispetti, pretende un burro adeguato all’ambizione del piatto.


E grazie al progetto ho ricevuto come omaggio il formaggio
del gruppo



INNOVARE L’INFORMAZIONE AL CONSUMATORE:
ARRIVANO LE ETICHETTE PARLANTI

Rivoluzione 2.0 per il gruppo Brazzale: la più antica azienda casearia italiana presenta in anteprima le Nutriclip®, etichette con interfaccia multimediale

Milano, 8 maggio 2013. Rivoluzionare l’informazione al consumatore grazie alla tecnologia mobile. Arrivano le Nutriclip®, le innovative etichette parlanti con interfaccia multimediale, per sapere davvero tutto del prodotto che si porta in tavola: dalle caratteristiche nutrizionali ai vantaggi per la salute. A lanciarle in anteprima assoluta è il gruppo Brazzale, l’azienda casearia più antica d’Italia, che a partire da settembre porterà l’innovazione sulle confezioni dei suoi prodotti, a cominciare dal Burro delle Alpi e dal Gran Moravia.

"Si prevede che entro il 2015 il numero di smartphone in Italia supererà i 50 milioni, spiega Roberto Brazzale, presidente del Gruppo Brazzale. Ormai quasi ogni cittadino disporrà di un potente strumento in grado di rivoluzionare la propria capacità di informarsi a 360 gradi sul prodotto che sta acquistando. Un potenziale immenso, oggi ancora incredibilmente trascurato, che abbiamo pensato di usare a beneficio del consumatore e della corretta alimentazione. Oggi le tabelle nutrizionali non possono che contenere aridi dati quantitativi sintetici, tecnici, difficili da interpretare nel modo corretto. Il progetto Nutriclip® nasce per dare ai consumatori tutte le informazioni utili e corrette. Non è soltanto un progresso formale, ma un passo da gigante per combattere la scienza fai da te e il rischio di fraintendimenti o facili suggestioni".

Spesso infatti le normali tabelle nutrizionali non riescono a dare tutte le informazioni utili a conoscere davvero quello che si mangia. Il motivo è semplice: ogni alimento è molto di più che la semplice somma del contenuto di grassi, carboidrati e proteine che contiene. Come dimostra una ricerca realizzata per l’occasione su oltre 100 food blogger, consumatrici sicuramente attente, esigenti e consapevoli: la metà di loro (48%) vorrebbe avere informazioni più complete rispetto ai prodotti che si acquistano quotidianamente, per sapere davvero quali sono le caratteristiche, le qualità e le virtù dei singoli alimenti.

Proprio per rispondere a questa esigenza Brazzale ha studiato le nuove Nutriclip®. Ma come funzionano? Sfruttando la tecnologia QR code (disponibile sia per iPhone che per Android e Symbian), basterà “leggere” col proprio smartphone il codice quadrettato presente su tutte le confezioni dei prodotti Brazzale per accedere delle brevi clip, in cui il professor Pier Luigi Rossi, Medico Specialista in Scienza della Alimentazione, spiegherà in maniera chiara, semplice e completa tutte le qualità nutrizionali del prodotto, le sue caratteristiche, i benefici sulla salute e sul metabolismo. Insomma, in un istante tutto quello che si sarebbe sempre voluto sapere su ciò che si porta in tavola.

“Un'alimentazione consapevole è la migliore medicina naturale per vivere in salute e a lungo, commenta Pier Luigi Rossi, Medico Specialista in Scienza della Alimentazione.  Per questo, occorre conoscere il cibo che entra nel proprio organismo, che condiziona l’efficienza fisica e la nostra immagine. Il cibo non è solo calorie: noi mangiamo tutte le molecole contenute negli alimenti. Le Nutriclip® consentono di leggere e valutare le etichette nutrizionali degli alimenti in modo davvero nuovo. Si tratta di un servizio professionale di salute e di stimolo, sempre disponibile in ogni momento della giornata e in ogni luogo. Con questo strumento, è possibile informare i consumatori per orientarli verso una alimentazione davvero consapevole, che sia allo stesso tempo medicina preventiva e piacere gastronomico”.

“Siamo felici che il dottor Rossi abbia creduto con entusiasmo nel nostro progetto, prosegue Roberto Brazzale, perché lo riteniamo l’interprete ideale, in grado di offrire al consumatore la più seria informazione allo stato attuale delle conoscenze".

Presentate oggi 8 maggio, le Nutriclip®, sui prodotti a partire dal mese di settembre, rappresentano un modo nuovo di comunicare con il consumatore, per renderlo sempre più consapevole delle proprie scelte. Non è un caso che il primo prodotto sul quale saranno disponibili le nuove Nutriclip® sia proprio il burro, alimento indispensabile nella cucina italiana, ma che da molti anni viene associato a falsi miti, pregiudizi e informazioni incomplete.

Quando informazione fa rima con trasparenza: dall’etichetta multimediale alla Waterfoot Print

Le nuove Nutriclip® sono solo l’ultima delle innovazioni che il Gruppo Brazzale ha lanciato nel corso del tempo, nell’ottica di un dialogo improntato alla massima trasparenza nei confronti dei propri consumatori. Nel 2012 infatti, era stata lanciata l’etichetta multimediale di origine del formaggio Gran Moravia, prodotto di punta del Gruppo, grazie alla quale è possibile conoscere in tutto e per tutto il DNA del prodotto. Tramite QR Code, l’etichetta multimediale consente di accedere a una speciale sezione del sito Brazzale, per vedere coi propri occhi i luoghi di origine del Gran Moravia, le aziende agricole, i video sugli stabilimenti di produzione e sulla lavorazione del formaggio, foto inedite e testi dedicati.

Non solo: il Gran Moravia è il primo formaggio al mondo a quantificare e comunicare al consumatore la propria "Water Footprint", ovvero l’impronta idrica. Si tratta dell'ultimo traguardo in fatto di sostenibilità e trasparenza intrapreso da tempo dal Gruppo Brazzale rispetto ai metodi di produzione e lavorazione dei suoi formaggi, che ha avuto una tappa fondamentale nel 2011 con la certificazione di rintracciabilità UNI EN ISO 22005:2008 rilasciata da DNV Business Assurance per le filiere di Gran Moravia e Verena. L’obiettivo ultimo della misurazione è di quantificare e monitorare gli impatti idrici generati lungo tutta la filiera, così da poter attuare piani congiunti di miglioramento per la salvaguardia dell’ambiente.

Il valore di “Water Footprint" di Gran Moravia, calcolato tenendo conto anche dell’impronta green (1.920 lt/kg), blue (87 lt/kg) e grey (62 lt/kg), è il risultato di due fattori: la massima cura al risparmio idrico in ogni fase tecnologica e la scelta di sviluppare la filiera ecosostenibile in una regione, la Moravia in Repubblica Ceca, che offre condizioni climatiche ottimali per la produzione dei foraggi senza la necessità di irrigazione, ottenendo così un significativo risparmio nel consumo di acqua "blu", la risorsa idrica più strategica e rilevante.

Attiva nel mondo del latte dalla fine del settecento, Brazzale Spa è la più antica azienda familiare italiana del settore lattiero caseario, in attività ininterrotta da ben otto generazioni. Dal 2002 la famiglia Brazzale ha unito le sue forze a quelle della famiglia Zaupa, altra realtà di eccellenza attiva da generazioni nelle paste filate e pressate. La ricerca continua della migliore combinazione di qualità, convenienza e salubrità dei suoi prodotti, ha portato il gruppo a essere oggi protagonista del settore in Italia con quattro prodotti Dop e sei diversi marchi: Alpilatte, Il Burro delle Alpi, Verena, Zogi, Gran Moravia e Silvopastoril. Socio fondatore di Assolatte nel 1945, l’azienda ha aderito sin dal momento della sua fondazione al Consorzio di tutela del Formaggio Grana Padano nel 1954, ed è socia del Consorzio di tutela dell’Asiago e del Provolone Valpadana. Brazzale Spa ha chiuso il 2011 con un fatturato di circa 170 milioni di euro e conta oltre 350 dipendenti e sei impianti produttivi distribuiti in Italia, Brasile e Repubblica Ceca. Dove dal 2003, nella città di Litovel, in Moravia, produce il formaggio Gran Moravia, stagionato poi in Italia, a Zanè, oltre a burro, formaggi freschi e paste filate, tutti realizzati con il latte della Filiera Ecosostenibile Brazzale, che nel 2011 ha ottenuto la certificazione di tracciabilità secondo le norme UNI EN ISO 22005:2008.




Ed ora vi mostro come ho utilizzato il GRAN MORAVIA!

Per i bignè ci vuole davvero un attimo...basta comprare una confezione già pronta!
A parte gli scherzi....io non li ho mai fatti....i compro sempre già pronti...ma prossimamente mi cimentero' nella loro preparazione!
Cmq li ho usati come antipasto farcendoli con una mousse di tonno preparata cosi':

 ed infine la ricotta fresca. Ho frullato ed ottenuto una mousse morbida; ho utilizzato un soffietto della GP&ME e farcito i bignè.
 li ho serviti su un letto di lattuga condita con olio,sale ed aceto di fico 





Per il primo ho preparato i cappellacci al tartufo VOLTAN con una salsa di patè di noci compagnia del pesto






Come secondo un arrosto di vitello cotto in casseruola con olio e.v.o cipolle a fettine e salame piccante; a fine cottura ho affettato l'arrosto e continuato a far cuocere con il sughetto di cottura.Servito con pisellini freschi sbollentati e uniti alla salsa dell'arrosto!


E per concludere una bella coppa di fragole,panna e cioccolato....con un ingrediente di contrasto eccezionale......l'aceto balsamico di fico VOM FASS!





Buon week end a tutti!


49 commenti:

  1. mmmm ottimo questo menù... mi sa che qualche domenica vengo a pranzo da te!! ;) buon week end cara e buon mare! Laura

    RispondiElimina
  2. giusy che dire sicuramente piatti di alto livello, complimenti! POTRESTI VINCERE MASTECHEF

    RispondiElimina
  3. sempre splendidi i tuoi menu'...complimenti e buon week-end :)

    RispondiElimina
  4. splendido menù come del resto ogni tuo piatto

    RispondiElimina
  5. Al mareee!!! Qui è ancora inverno anzi siamo sotto acqua che invidia!!! Divertiti baci!

    RispondiElimina
  6. ottimi sicuramente proverò queste ricette mi piace cucinare

    RispondiElimina
  7. mmm che menù... complimenti è ottimo! Sicuramente prenderò spunto. Buon week and al mare!

    RispondiElimina
  8. Mamma mia, ho l'acquolina in bocca... Slurp!!!

    RispondiElimina
  9. Un menù da leccarsi i baffi, bellissime idee complimenti!

    RispondiElimina
  10. oddioooooooo che fameeeeeee,buon week and :)))

    RispondiElimina
  11. Che ricette sfiziose!! Voglio assolutamente provare a fare i tuoi bignè!! *_*
    Il formaggio Gran Moravia mi piace tantissimo e concordo che se usato bene il burro non è affatto cattivo :)

    RispondiElimina
  12. sembra tutto appetitoso in modo assurdo

    RispondiElimina
  13. mmmmmmmm......posso venire a cena da te qualche giorno??? Ripropongo lo stesso menu!!

    RispondiElimina
  14. mmmmmmmmmmmmmmmm mi invita a cena ma mangio per due per me e per la piccola in pancia mi hai fatto venire fame

    RispondiElimina
  15. Menù fantastico, non conoscevo l'aceto balsamico di fico e neanche tutte le proprietà del burro che hai condiviso con noi

    RispondiElimina
  16. Con ottimi ingredienti, un ottimo piatto!

    RispondiElimina
  17. che bel menù vario,come al solito hai usato degli ottimi ingredienti!

    RispondiElimina
  18. Che bel menu' hai realizzato , Conosco il formaggio Gran Moravia , è ottimo. Buon fine settimana Daniela.

    RispondiElimina
  19. Beh, anch'io non ho nulla contro il burro! E questo menú e' golosissimo, io che amo il dolce comincio dalla coppa! :). Buon WE al mare..che invidia :)) Baci

    RispondiElimina
  20. Tutto fantastico!! i bignè salati sono un ottimo antipasto! Da provare! anche il resto del menù non è da meno!!

    RispondiElimina
  21. Un menu davvero particolare, mai provati i bignè con la mouse al tonno. Particolare l'aceto di fico, mai sentito prima.

    RispondiElimina
  22. DEvo ammettere che secondo me su certi piatti il burro è insostituibile, ad esempio un bel risottino alla milanese!! Veniamo al tuo menu! Cosa posso dire se non ... STRAORDINARIAMENTE INVITANTE??!!

    RispondiElimina
  23. Buon we al mare carissima Giusy, ci lasci un menu da leccarsi i baffi, grazie anche per tutti i chiarimenti sul burro!

    RispondiElimina
  24. un buonissimo menu' quello che ci hai presentato.I bignè che anche io compro sempre già fatti, farciti
    in quel modo saranno una bontà.Buon week end :-)

    RispondiElimina
  25. un menù da alta cucina, ma qundo avrò l'onore di pappare alla tua mensa?^^

    RispondiElimina
  26. l'aceto balsamico di fico ancora nn l'avevo visto! come al solito tutti piatti molto invitanti e con ingredienti fantastici!

    RispondiElimina
  27. sono rimasta 5 minuti a guardare quella coppa panna fragole e aceto di fico.. per non dire del piatto con il patè di carciofi. che menù che hai preparato!! da gran chef.

    RispondiElimina
  28. che delizie...mi ispira soprattutto il dolce e quell'aceto di fico stella...
    xoxo
    buon week end

    NEW POST!!!
    ♥ Vendy ♥
    follow me on:
    The simple life of rich people blog

    RispondiElimina
  29. I tuoi menù mi piacciono sempre tantissimo, Ottimi piatti ben presentati, complimenti.

    RispondiElimina
  30. Ma che Menu!!! Ti potrei corteggiare per averti come mia chef personale.. ci stai!!??? Splendide portate, belle e sicuramente ottime, visti anche gli ingredienti utilizzati

    RispondiElimina
  31. Complimenti bellissime ricette e presentate in modo impeccabile. Per quanto riguarda il burro, nella cucina milanese è un ingrediente usato in abbondanza, ma quando i livelli di colesterolo sono elevati i medici lo fanno eliminare subito.

    RispondiElimina
  32. tutto ottimo come sempre...ma questo aceto di fico è una vera chicca..non ne avevo mai sentito parlare ma la tua coppa con le fragole mi dice "mangiami!"

    RispondiElimina
  33. menù ottimo......i bigné al tonno un verò sfizio!!

    RispondiElimina
  34. Non lo conoscevo, lo assaggerò ... complimenti per le ricette, anche a me hanno colpito i bignè

    RispondiElimina
  35. Giusy, una domenica vorrei venire a pranzo da te! Sei troppo brava, i bignè sono parecchio invitanti ma soprattutto creativi, complimenti davvero! Divertiti al mare, buon fine settimana cara, un bacio!:*

    RispondiElimina
  36. Un menù coi fiocchi, come sempre! Straordinari i bignè alla mousse di tonno, devo assolutamente provarli! Ottimi i cappellacci tartufo e noci, il Moravia termina l'opera d'arte! E quella coppa fragole e cioccolato?? mmmm sai che non conoscevo l'aceto di fico? Interessante! Buona partenza Giusy! Torna presto a deliziarci con i tuoi menu! :)

    RispondiElimina
  37. aaaaaaa quella coppa *_* per non parlare dei bignè...un giorno devi invitarmi a casa tua eheheheeheh buon weekend ^_^

    RispondiElimina
  38. Wow.. or anche le etichette elettroniche... fantastico :)
    Bell'articolo.. e ottimo menù.. ho una fame :)
    Deliziosi quei bignè... divertiti al mare! :)

    RispondiElimina
  39. mmm ottimo menu!!! posso venire a mangiare anche io?! :-P un bacio cara!!!!

    RispondiElimina
  40. menu completo..... ottimo direi!

    RispondiElimina
  41. che piatti , sembra tutto buonissimo !!!!! mamma mia trasferisciti a casa mia heheheh complimenti :)

    kiss

    lemonchicbeautyfashion@gmail.com

    RispondiElimina
  42. davvero una delizia le tue ricette :)

    RispondiElimina
  43. Ciao Giusy spero che hai passato un buon week end ottimo piatto mmmm

    RispondiElimina
  44. Mi viene fame già di mattina! :)
    baci
    http://blog.dorafashionspace.com

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

e-buzzing